giovedì 17 marzo 2016

Sembra ieri quando sulla notizia di una nuova tassa o sull’aumento di una tariffa ci si confrontava al mercato, al bar, al circolo. Adesso tutto è affidato ai social. Nascono gruppi su facebook come i funghi. Su tutti gli aspetti della vita: lavoro, politica, attualità, costumi sessuali etc.
E le notizie circolano.
Hanno arrestato un assessore di un partito a Pincopallo, paese di mille anime? I partiti avversari trovano sostenitori a migliaia che dicono “ lo sapevo, non se ne può più…”. Dopo  due ore l’argomento è la nuova entrata in guerra dell’Italia. E così via in un tritacarne mediatico che macina verità, verosimiglianza e similitudini. Delle bufale, poi, si occupano siti creati a bella posta  che lanciano minchiate sul web, sicuri che in un ora diecimila visualizzazioni soccorreranno con i loro commenti la bufala e la faranno assurgere a verità, vista la verosimiglianza del fatto.
E questo fa dire a tanti :” del web non ci si può fidare”. Come anni fa, le stesse persone, dicevano :” L’ha detto la televisione, quindi è vero…”.
Alla fine i social hanno una pessima fama, sembrano consorterie di brontoloni falliti che si raccontano le loro pene e non incidono sulla carne viva dei problemi nazionali.
Ma non sempre è così. Talvolta appaiono commenti di professori  e specialisti di talune materie e lì, l’articolazione del discorso, la fluidità della tesi mettono in imbarazzo amministrazioni e gruppi di potere. Ecco che in soccorso arrivano i troll. Chi sono?  Wikipedia li definisce:” Un troll, nel gergo di internet e in particolare delle comunità virtuali, è un soggetto che interagisce con gli altri tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l'obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.”
E questo chiarisce perché nei gruppi scrivono mogli, figli, generi e nuore, o aspiranti tali, del politico o dell’amministratore di turno. Magari inquisito o peggio già condannato in uno dei gradi di giudizio che per i politici è un tempo infinito destinato alla prescrizione del reato che gli amici chiameranno assoluzione.
Da queste considerazioni parrebbe che i social non potranno mai salvarci dalla casta dei malversatori, degli arruffoni, dei ladri in estrema sintesi.
Ma non è così. La gente, quella che può frequentare i social, si è smaliziata e comprende la dolcezza, a volte aspra, della sincerità distinguendola dalla melliflua accondiscendenza degli assolutori che offrono versioni edulcorate dei crimini e dei reati di politici ed amministratori.
Quindi sì, ci salveranno i social con la sola arma della verità. Della circolazione delle notizie. Del faro sempre acceso su amministrazioni e comitati.
A condizione di riconoscere ed isolare i troll. I farabutti, che mangiano pane e collusione e professano sdegno.

Carlo Mocera



0 commenti:

Posta un commento

ORA ITALIA

TRANSLATE

NO AL RAZZISMO

NO AL RAZZISMO

BLOG ANTIFA

BLOG ANTIFA

NO CYBERBULLISMO

NO CYBERBULLISMO

FREE PALESTINE

FREE PALESTINE

IBA

International Bloggers' Association

DONA A FREE-ITALIA

Blog Archive

Wikipedia

Risultati di ricerca

DIVENTA FAN

ÙGMAP

Google Maps by Embedgooglemap.net

BORSA

Popular Posts

Labels

allerta meteo (23) AMBIENTE (372) antropologia (27) archeologia (51) Arte (58) astronomia (208) attualità (1023) banche (161) Beppe Grillo (109) Berlusconi (112) Berlusconi biografia (12) Berlusconi e i suoi misteri (38) Berlusconi e i suoi processi (39) Biografie (12) BOLOGNa (20) bufala (66) camera dei deputati (11) Carceri (19) Casta (212) censura (62) centrodestra (15) centrosinistra (30) Cina (14) cinema (22) Cinofilia (3) Civiltà (13) Corruzione (185) Crisi Russia-Ucraina (36) crisi economica (773) Cronaca (1221) Cucina (8) Cultura (164) Diritti (214) DISABILI (47) donne (23) DROGA (12) Economia (788) emergenza (3) Emergenza rifiuti (17) emigranti (11) energia (54) Enrico Marra (3) Esteri (716) etica (1) Ettore Zanca (1) Europa (650) evasione (30) expo 2015 (16) feste (25) filosofia (95) Finanza (241) fissazioni (1) Geologia (83) geoPolitica (179) giochi (3) Giovani (75) giustizia (120) Gli sprechi della politica (115) Gli stipendi dei politici (25) Governo Berlusconi (58) Governo lega-m5s (47) Grecia (96) guerra (295) guide free-italia (74) guide italia-libera (15) Immigrati (60) IMPRESE (67) Inchieste (122) Intercettazioni (16) israele (22) Italia (2271) lavoro (403) LEGA NORD (94) Lettere (3) LOBBY (13) lotte sociali (273) M5S (149) mafia (274) manovra finanziaria (66) marijuana (48) Mario Monti (107) Medicina e Salute (695) migranti (52) Misteri e Occulto (117) musica (39) News mondo (336) Nino Di Matteo (8) NO TAV E MUOS (76) notizie (1) NUCLEARE (27) OGM (3) Ong (11) ONU (1) Pd (25) Pedofilia (4) Pensioni (50) Poesia (120) Politica (1070) Politici e controversie giudiziarie (128) polizia (36) potere (1) POVERTÀ (46) razzismo (59) referendum (10) religioni (20) RENZI (151) Riflessioni (144) RIVOLUZIONE CONSAPEVOLE (34) Roma (62) Russia (28) Salvini (20) Sanità (92) Satira (32) scienza (547) Scuola e Università (181) Servizi Segreti (29) sesso (41) Sicilia (168) Simbologia (19) sindacati (1) società (515) solidarietà (26) sport (88) sprechi (6) Stampa e Media (95) stato (1) STORIA (292) stragi (44) SUD (63) Taranto (1) TASSE (89) Terroristi (101) trattativa Stato - Mafia (55) ttip (7) TURCHIA (118) turismo (44) USA (240) vaticano (61) Verità Nascoste (200) viaggi (1) Video (36) violenza (27) VITTIME MAFIA (43) votazioni (1) Web e hi-tech (195)