venerdì 4 marzo 2016

La vita è un'enorme incognita: non serve essere dei profondi pensatori per accorgersene. Ed è proprio per questo che stipulare un'assicurazione contro gli infortuni diventa un ottimo metodo per limitare gli spiacevoli inconvenienti dovuti ad un malessere o ad un incidente sul luogo del lavoro. Vivere più sicuri è possibile: vediamo insieme come grazie alle polizze infortuni.


Cos'è l'assicurazione infortuni

Si tratta di una polizza che l'individuo stipula con una compagnia di assicurazioni, e che gli garantisce un risarcimento pecuniario nel caso gli accada qualcosa. Innanzitutto c'è da specificare che tale assicurazione non comprende solo gli infortuni, ma anche i casi di decesso: in entrambi i casi, pagando una quota mensile, si potrà avere accesso ad una somma di denaro sempre utile per coprire un eventuale stipendio mancante, o il danno economico portato da un incidente che impedisca di svolgere la propria professione. Inoltre, va anche detto che le polizze infortuni non valgono solo nel caso in cui l'incidente si verifichi sull'ambiente lavorativo, ma anche nel caso in cui succeda qualcosa durante tutto l'arco della giornata. Dalle passeggiate in strada allo sport, non c'è un solo aspetto che le polizze infortuni non coprano.

Quanto costa la polizza infortuni


Il costo dell'assicurazione per infortuni può dipendere da tanti fattori, come ad esempio dall'età e dallo stato di salute del cliente, dal suo stile di vita o dalla professione che svolge: il premio e il prezzo vengono comunque stabiliti durante un'operazione preliminare nota come 'analisi del fabbisogno assicurativo'. Nel caso siate interessati a coprirvi le spalle con una polizza di questo tipo, dopo aver considerato il tipo di assicurazione giusto per le proprie esigenze, il consiglio è di visitare un sito web che metta a confronto il calcolo del preventivo dell’assicurazione infortuni di varie compagnie, in modo da avere una chiara idea delle varie offerte. Visto e considerato che alcune polizze possono essere piuttosto costose, è sempre bene scegliere la formula assicurativa perfetta possibilmente al miglior prezzo

A chi si rivolge l'assicurazione infortuni


Premesso che la polizza infortuni conviene generalmente a tutti, va anche detto che, esistendone di diverse tipologie, ci sono delle figure che potrebbero necessitarne più di altre. Innanzitutto la polizza infortuni dovrebbe sempre essere la regola per tutti coloro che svolgono un'attività professionale rischiosa, come consigliato da questo sito, per chi ad esempio chi lavora in cantiere, o chi ha a che fare con situazioni sociali ad alto rischio. Inoltre va specificato che, nel caso dei lavoratori dipendenti, è anche possibile separare le due tipologie di rischio scegliendo l'una o l'altra, come con. Infine il consiglio è sempre quello di valutare con attenzione le eventualità di infortunio coperte dall'assicurazione, e di avvertire sempre la compagnia assicurativa in caso doveste cambiare professione, dato che questo influenzerà la polizza e, di conseguenza, potrebbe anche abbassare il rimborso che vi spetterebbe.

0 commenti:

Posta un commento

ORA ITALIA

TRANSLATE

NO AL RAZZISMO

NO AL RAZZISMO

BLOG ANTIFA

BLOG ANTIFA

NO CYBERBULLISMO

NO CYBERBULLISMO

FREE PALESTINE

FREE PALESTINE

IBA

International Bloggers' Association

DONA A FREE-ITALIA

Blog Archive

Wikipedia

Risultati di ricerca

DIVENTA FAN

ÙGMAP

Google Maps by Embedgooglemap.net

BORSA

Popular Posts

Labels

allerta meteo (23) AMBIENTE (377) antropologia (27) archeologia (51) Arte (58) astronomia (208) attualità (1030) banche (161) Beppe Grillo (109) Berlusconi (112) Berlusconi biografia (12) Berlusconi e i suoi misteri (38) Berlusconi e i suoi processi (39) Biografie (12) BOLOGNa (20) bufala (66) camera dei deputati (11) Carceri (19) Casta (212) censura (62) centrodestra (15) centrosinistra (30) Cina (15) cinema (23) Cinofilia (3) Civiltà (13) Corruzione (185) Crisi Russia-Ucraina (36) crisi economica (774) Cronaca (1221) Cucina (8) Cultura (164) Diritti (214) DISABILI (47) donne (23) DROGA (12) Economia (790) emergenza (3) Emergenza rifiuti (17) emigranti (11) energia (54) Enrico Marra (3) Esteri (717) etica (1) Ettore Zanca (1) Europa (651) evasione (30) expo 2015 (16) feste (27) filosofia (95) Finanza (241) fissazioni (1) Geologia (83) geoPolitica (179) giochi (3) Giovani (75) giustizia (120) Gli sprechi della politica (115) Gli stipendi dei politici (25) Governo Berlusconi (58) Governo lega-m5s (47) Grecia (96) guerra (298) guide free-italia (74) guide italia-libera (15) Immigrati (60) IMPRESE (67) Incendi (1) Inchieste (122) Intercettazioni (16) israele (22) Italia (2281) lavoro (406) LEGA NORD (95) Lettere (3) LOBBY (13) lotte sociali (273) M5S (149) mafia (275) manovra finanziaria (66) marijuana (48) Mario Monti (107) Medicina e Salute (695) migranti (53) Misteri e Occulto (117) musica (39) News mondo (337) Nino Di Matteo (8) NO TAV E MUOS (77) notizie (1) NUCLEARE (27) OGM (3) Ong (11) ONU (1) Pd (25) Pedofilia (4) Pensioni (50) Poesia (120) Politica (1073) Politici e controversie giudiziarie (128) polizia (36) potere (1) POVERTÀ (46) razzismo (59) referendum (10) religioni (20) RENZI (151) Riflessioni (147) RIVOLUZIONE CONSAPEVOLE (34) Roma (62) Russia (28) Salvini (20) Sanità (94) Satira (32) scienza (548) Scuola e Università (181) Servizi Segreti (29) sesso (41) Sicilia (168) Simbologia (19) sindacati (1) società (518) solidarietà (26) sport (88) sprechi (6) Stampa e Media (97) stato (1) STORIA (294) stragi (44) SUD (63) Taranto (1) TASSE (89) Terroristi (101) trattativa Stato - Mafia (55) ttip (7) TURCHIA (118) turismo (44) USA (245) vaticano (61) Verità Nascoste (200) viaggi (1) Video (36) violenza (27) VITTIME MAFIA (43) votazioni (1) Web e hi-tech (197)